Accedi Registrati

Accedi

Presentazione del corso

È possibile rendere affascinante e formativa la storia generale insegnata?

La storia generale insegnata attualmente è mal sopportata e mal appresa dalla maggioranza degli studenti. Presto dimenticata non contribuisce alla formazione né di un sapere né di competenze.

È possibile renderla più affascinante e formativa? Sì, è possibile ed è un dovere degli insegnanti emanciparsi dalla sudditanza all’indice del manuale e conferire piacevolezza alle conoscenze insegnate e realizzarne le potenzialità formative.

L’associazione Clio ’92 ha elaborato un modello di storia generale scolastica che propone conoscenze storiche tutte rilevanti e adeguate ai fini della comprensione delle radici storiche delle caratteristiche del mondo attuale. Sono le conoscenze che rendono conto degli stati delle cose che si sono via via costituiti e dei processi di trasformazione più importanti dalla ominazione al tempo presente. Sono le conoscenze che possono promuovere le concettualizzazioni essenziali da usare nella comprensione dei processi storici in corso:

  • conoscenze che riguardano le civiltà, i contesti ambientali e territoriali, le trasformazioni tecnologiche, economiche, sociali, culturali, i sistemi politici;
  • conoscenze che vanno oltre le narrazioni di eventi di breve durata che riguardano prevalentemente la sfera politica e istituzionale;
  • conoscenze che superano il punto di vista etnocentrico (in genere centrato solo sull’Europa occidentale e sull’Italia).

Esse possono essere selezionate e organizzate in un curricolo verticale e in piani di lavoro annuali in modo da formare il sapere storico capace di fondare il pensiero critico che contribuisce alla formazione di cittadini competenti.

Le proposte di rinnovamento delle conoscenze storiche sono state elaborate in vari seminari e convegni e sono disponibili in molte pubblicazioni.

Nel corso della Scuola Estiva di Arcevia del 2017 abbiamo delineato le linee generali dell’insegnamento di una nuova storia generale scolastica.

Nella Scuola Estiva 2018 nelle tre sessioni di relazioni introduttive proporremo:

  • criteri di riconoscimento della rilevanza delle conoscenze storiche;
  • cataloghi di possibili conoscenze storiche a scala mondiale, europea e nazionale;
  • criteri di selezione delle conoscenze storiche da inserire nei curricoli.

Nei laboratori saranno proposti:

  • esempi di organizzazione delle conoscenze nei piani di lavoro annuali;
  • esempi di strutturazione diversa di conoscenze presenti nei manuali;
  • esempi di testi pronti all’uso per insegnare conoscenze non presenti nei manuali.

Nei laboratori si svolgeranno lavori di gruppo destinati a produrre bozze di piani di lavoro annuale efficaci sia per preparare gli alunni all’incontro con la storia (nella scuola dell’infanzia e nelle prime classi primarie) sia per promuovere l’apprendimento di conoscenze significative in ogni grado scolastico.

Agenda

Grafica e stile del sito

Newsletter

Traduttore

Go to top

Questo sito necessita dell'utilizzo dei cookies per il suo corretto funzionamento. Chiudendo questo banner e continuando la navigazione acconsenti al loro uso.